| SEGUICI SU seguici su Facebook seguici su Twitter youtube

Protocollo d’ intesa tra il Comune di Napoli e il Centro Servizi per il Volontariato

Siglato l’accordo in sostegno delle fasce deboli della popolazione

de-magistris-firma-protocollo-csvIl Comune di Napoli e l’associazione Centro Servizi per il Volontariato della Provincia di Napoli hanno siglato questa mattina un protocollo d’intesa per attivare collaborazioni in materia di supporto alle fasce deboli in ambito sociale, socio - sanitario, ambientale e per favorire la promozione del volontariato nell’ottica della sinergia tra istituzioni.

Tra gli obiettivi indicati viene messa in rilievo la creazione di dieci agenzie di cittadinanza, una per ogni municipalità, che coinvolgeranno in percorsi di gestione compartecipata cittadini, famiglie e utenti beneficiari dei servizi.

Il CSV si impegna a programmare e organizzare con mezzi e strumenti propri, sostenendone i relativi oneri economici, le attività previste in accordo con il Comune di Napoli, che favorirà la realizzazione degli interventi. L’accordo ha la durata di due anni e le attività di progettazione esecutiva saranno coordinate dall’assessorato alle Politiche Sociali. “Si tratta di un accordo inedito in Italia – spiega l’Assessore alle Politiche Sociali Sergio D’Angelo -  un prototipo di welfare comunitario, centrato sulla partecipazione dei cittadini, che potrà essere esteso ad altri ambiti, come l’educazione o l’istruzione”.

Daniele Marrama, presidente del comitato di gestione dei fondi speciali per il volontariato concorda nel definire innovativo il protocollo: “da professore di diritto amministrativo posso dire che è un primo episodio, a mia memoria, di attuazione dell’articolo 118 della Costituzione, in cui si prevede che le istituzioni favoriscano iniziative dei cittadini volte all’interesse generale. E’ una manifestazione concreta di sussidiarietà orizzontale: pubblico e privato si occupano dei bisogni della propria area di riferimento”.

 Le risorse sulla base delle quali opera il CSV derivano da trasferimenti di fondazioni di matrice bancaria. “Negli ultimi tempi le fondazioni bancarie del nord investono sempre più nel sud e in Campania” – sottolinea Marrama.  In  merito alla questione  il presidente del CSV Napoli Giuseppe De Stefano dichiara “di avere finora svolto pienamente il ruolo di collaborazione con le fondazioni bancarie; adesso spero di rendere un utile servizio all’amministrazione comunale. A Napoli siamo al limite della frattura sociale. Le persone non dovrebbero essere costrette a cercare oggetti e cibo nei cassonetti della spazzatura”.

Il futuro delle politiche sociali è in sospeso, molto dipende dalle politiche economiche nazionali secondo il sindaco di Napoli Luigi De Magistris che afferma: “le scelte del Governo Monti in materia di politiche sociali sono scelte politiche, non sono le uniche manovre possibili. Io e l’ amministrazione comunale di Napoli non le condividiamo. Era possibile, ad esempio, tagliare maggiormente le spese militari e investire nelle politiche sociali”. “Nonostante i tagli drammatici operati dal governo e dalla regione– aggiunge Sergio D’Angelo –, le politiche sociali avranno a Napoli uno spazio prioritario perché rappresentano la prima pagina del programma di sviluppo di una città”.

Daniele Pallotta

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Speciale

News

Martedì, 26 Maggio 2015Una giornata di studi sulla disabilità
Venerdì, 22 Maggio 2015Il sociale ad Expo
Venerdì, 22 Maggio 2015Marcia della Pace al Conocal
Martedì, 19 Maggio 2015"Come aprire un b&b"
Martedì, 19 Maggio 2015Tutt'egual song'e creature
Martedì, 19 Maggio 2015#riparteilfuturo election day 2015
Martedì, 19 Maggio 2015Calvagna al Napoli Cultural Classic
Venerdì, 15 Maggio 2015La Fiera dei Beni Comuni
Venerdì, 15 Maggio 2015Un drappo nero in Piazza Dante
Martedì, 12 Maggio 2015Un’estate a Marechiaro
Martedì, 12 Maggio 2015Premio “Napoli Città di Pace”
Giovedì, 07 Maggio 2015“Regata dei Tre Golfi”
Martedì, 05 Maggio 2015Un taglio solidale per il Nepal
Martedì, 28 Aprile 2015Rc Auto molto più cara al Sud

Agenda

Giovedì, 28 Maggio 2015Appello contro la barbarie
Giovedì, 28 Maggio 2015I diritti al cinema di giovedì sera
Giovedì, 28 Maggio 2015Prove aperte del Rainbow Choir
Venerdì, 29 Maggio 2015Come si racconta il Sud?
Venerdì, 29 Maggio 2015Fuori Israele dalla Fifa!
Venerdì, 29 Maggio 2015Povertà
Sabato, 30 Maggio 2015Una mostra all’ Emeroteca Tucci
 
 
Una sezione interamente dedicata a ciò che accade a Napoli ma anche alle opportunità di vivere in maniera "sociale" la città.
 
mail

newsletter-iscrizione
  logo-comune-politiche-sociali