| SEGUICI SU seguici su Facebook seguici su Twitter youtube

Borse di studio per 57 studenti in condizioni di disagio

Una iniziativa promossa e finanziata dalla Fondazione Intesa San Paolo

IntesaSanpaoloOttantacinquemila euro a sostegno di studenti disagiati: la Fondazione Intesa Sanpaolo Onlus, in collaborazione con l’Università Federico II di Napoli, ha consegnato questa mattina, nell’Aula Pessina della Facoltà di Giurisprudenza, borse di studio di 1500 e 2000 euro a 57 giovani iscritti all’Ateneo che si trovano in condizioni di disagio o difficoltà economica.

Alla cerimonia sono intervenuti Mario Rusciano, Presidente del Polo delle Scienze Umane e SocialiPierangelo Azzali, Segretario Intesa Sanpaolo OnlusGiuseppe Castagna,Direttore Generale del Banco di Napolie Cristina Motta, Consigliere Intesa Sanpaolo Onlus.

La Fondazione Intesa Sanpaolo Onlus, che ha tra le sue finalità l’intervento a favore dell’istruzione, dell’arte e della cultura, laddove vengano riscontrate situazioni di difficoltà, ha rivolto particolare attenzione agli studenti universitari istituendo, già con altre università italiane, borse di studio mirate a questo scopo. “È una bella e importante iniziativa per sostenere gli studi di giovani talenti - ha dichiarato il presidente Rusciano -. Tra la proclamazione dei diritti e l’effettivo godimento degli stessi spesso c’è un divario e con questo intervento si aiuta chi riesce a studiare con profitto e impegno nonostante le difficoltà economiche in cui versa. Non si premia il singolo ma un progetto di cui beneficerà  la collettività di domani”.

“Dopo gli studenti dell’Università di Bologna e di Parma, la Fondazione vuole sostenere gli studenti della Federico II di Napoli per garantire continuità all’impegno profuso da chi è in difficoltà - ha spiegato il consigliere Motta - . Bisogna intervenire per evitare l’abbandono degli studi di coloro che rappresentano un bene per la società soprattutto oggi che l’Italia attraversa una profonda crisi e si trova agli ultimi posti tra i paesi europei per iscritti e laureati”. Tra le agevolazioni, il segretario Azzali ha tenuto a precisare che l’importo della Borsa di studio verrà accreditato su una carta prepagata, la Superflash, e che per i prossimi quattro anni i possessori non  avranno spese per nessuna operazione. “A fronte di ogni diritto bisogna ricordarsi che c’è sempre un dovere - ha sottolineato il direttore Castagna -. Lo studente deve assumersi l’impegno nei confronti propri, della famiglia e della società. Responsabilità morali e sociali. L'entusiasmo e la voglia di fare devono essere le premesse per cambiare la società a piccoli passi. Questa iniziativa ci insegna che l’impegno paga e la meritocrazia esiste, ma non sempre ci sarà qualcuno a darci una mano, dobbiamo contare su noi stessi ed andare avanti fiduciosi”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

News

Giovedì, 31 Luglio 2014Il razzismo ai tempi dei social network
Martedì, 29 Luglio 2014Lo shopping si fa col bus
Venerdì, 25 Luglio 2014Cuore di mamma (vulcanica)
Venerdì, 25 Luglio 2014Crolli: chiusa San Gregorio Armeno
Mercoledì, 23 Luglio 2014Torna a casa Angela!
Lunedì, 21 Luglio 2014Fermiamo le morti del mare
Venerdì, 18 Luglio 2014Nasce lo sportello d’ascolto per LGBT
Mercoledì, 16 Luglio 2014Dissuasori anti barboni a Napoli
Mercoledì, 16 Luglio 2014In memoria di Paolo Borsellino
Mercoledì, 16 Luglio 201467 minuti per ricordare Nelson Mandela
Lunedì, 14 Luglio 2014Viva gli sposi!
Venerdì, 11 Luglio 2014Il Comune per i bambini di Napoli
Giovedì, 10 Luglio 2014Tutta colpa di Freud
Martedì, 08 Luglio 2014Le parole fanno male, la cura è online
Lunedì, 07 Luglio 2014La Banca Del Tempo I Vesuviani
Venerdì, 04 Luglio 2014Uno spot per promuovere le differenze
Mercoledì, 02 Luglio 2014Amato Lamberti, un uomo per la legalità
agendo 2015 banner
 
 
Una sezione interamente dedicata a ciò che accade a Napoli ma anche alle opportunità di vivere in maniera "sociale" la città.
 
mail

newsletter-iscrizione
  logo-comune-politiche-sociali