| SEGUICI SU seguici su Facebook seguici su Twitter youtube

Napoli Smart city, approvati i progetti

Tecnologia, trasporti e ambiente per un futuro sostenibile

smart-cityZtl e una flotta di veicoli a zero emissioni, soluzioni tecnologiche innovative per la valorizzazione del patrimonio culturale, azzeramento della distanza tra cittadini e pubblica amministrazione, sono alcuni degli ambiti di intervento individuati per trasformare Napoli in una città a misura d’uomo. Tra i soggetti attuatori le Università Federico II e Parthenope, Cnr, e colossi dell’impresa privata come Telecome e Fastweb.


Con una delibera (in allegato), approvata questa mattina, il Comune di Napoli ha adottato i progetti che parteciperanno al bando “Smart cities and communities and social innovation”, promosso dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, con scadenza il prossimo 30 aprile.
Dopo l'approvazione, lo scorso 8 marzo 2012, della delibera che ha lanciato il Progetto Napoli Smart city come una scelta strategica dell’Amministrazione e che ha dato il via libera all'associazione Napoli Smart City, il Comune di Napoli ha istituito un tavolo tecnico interassessorile al quale hanno preso parte anche associazioni, università del territorio, enti di ricerca, imprese del settore.
Da questi incontri, molto partecipati, sono state selezionate una serie di idee progettuali, inserite nel documento approvato questa mattina, e che costituiscono i progetti che la città di Napoli presenta all'interno di questo primo importante finanziamento sul tema.

“Il futuro di Napoli è quello di diventare una smart city, prospettiva questa che ha suscitato grande partecipazione ed entusiasmo da parte del mondo universitario, della ricerca, dell'imprenditoria”. Lo afferma il vicesindaco di Napoli Tommaso Sodano, che aggiunge: “I progetti di oggi dimostrano che su temi come la mobilità sostenibile, le fonti rinnovabili, le nuove tecnologie applicate a settori come turismo e cultura esiste una forte voglia di investimento e un grande interesse. Si tratta, inoltre, di una strada che consente anche un' importante opportunità per i progetti di innovazione sociale destinati ai giovani. Si tratta di 15 progetti, dei quali 12 si candidano al bando dedicato all' innovazione tecnologica e alla sostenibilità ambientale (per un budget di 200 milioni di euro), mentre gli altri 3 sono relativi all'innovazione sociale a destinazione giovanile (per un budget di 40 milioni di euro). Come amministrazione non possiamo che esprimere tutta la nostra grande soddisfazione nel registrare la partecipazione e l'interesse che l'interà città sta dimostrando rispetto al progetto, sia per il ruolo dei grandi gruppi nazionali che per quello delle piccole e medie imprese locali, sia per le università che le associazioni. Napoli così si candida per essere una delle 30 città europee Smart city”.

La delibera

© RIPRODUZIONE RISERVATA

News

Venerdì, 27 Marzo 2015Napoli ricorda Annalisa Durante
Venerdì, 27 Marzo 2015Blogger in visita a Napoli
Lunedì, 23 Marzo 2015Napoli saluta Papa Francesco
Venerdì, 20 Marzo 2015l'importanza della disostruzione
Mercoledì, 18 Marzo 2015Cibo last minute
Mercoledì, 18 Marzo 2015#NONINVANO
Lunedì, 16 Marzo 2015La storia bella di Golap
Lunedì, 16 Marzo 2015Dalla Campania, gli aiuti a Kobane
Venerdì, 13 Marzo 2015Le parole giusto al momento giusto
Mercoledì, 11 Marzo 2015Se la vista è sotto pressione
Martedì, 10 Marzo 2015Torball: sport per non vedenti
Venerdì, 06 Marzo 2015OPG-Napoli: Tutti fuori
Venerdì, 06 Marzo 2015Affido familiare, saperne di più
Giovedì, 05 Marzo 2015La salute mentale è un diritto!
Giovedì, 05 Marzo 2015Celiaca: forse lo sei e non lo sai
Giovedì, 05 Marzo 2015Diritto all’Abitare
Mercoledì, 04 Marzo 2015Apocalypse Opera
Martedì, 03 Marzo 2015Sofferenza urbana e salute mentale
Lunedì, 02 Marzo 2015“Universo minori”
 
 
Una sezione interamente dedicata a ciò che accade a Napoli ma anche alle opportunità di vivere in maniera "sociale" la città.
 
mail

newsletter-iscrizione
  logo-comune-politiche-sociali