| SEGUICI SU seguici su Facebook seguici su Twitter youtube

Manifesto Napoli: vediamo, viviamo e raccontiamo la città

Sabato 9 giugno ore 17.30, il Laboratorio occupato Insurgencia, via San Rocco, Napoli, apre i propri spazi a tutti coloro che raccontano e scrivono da e su Napoli.

Giornalisti, scrittori, blogger e artisti provano a incontrarsi e confrontarsi con uno sguardo nuovo e indipendente sulla città. Capita che ad unirli sia una narrazione differente della metropoli e del proprio tempo, senza trasformarsi in oracoli da cui subire una presunta verità. Capita, inoltre, che facciano tutto questo rotolandosi quotidianamente negli affanni della precarietà. Capita, infine, che le loro pubblicazioni arrivino all’ attenzione dei lettori senza per questo rinchiudersi nelle nicchie della conservazione di status e nemmeno passando attraverso il clientelismo politico del potente di turno.

In una Napoli devastata dalla crisi e dalle tensioni sociali c’è una generazione che trova pochi riferimenti e c’è un precariato metropolitano che deve conquistarsi un proprio spazio di rappresentazione. Occorrono luoghi scevri dalla propaganda, occorrono spazi dove è possibile raccontarci e provare ancora a sperimentare, ragionare, elaborare: discutere sulle condizioni e sull’agibilità di chi racconta Napoli, sulla prigione dei luoghi comuni e sulla relazione tra chi scrive e la realtà che lo circonda.

Prime adesioni e partecipazioni: Giuseppe Manzo, Ciro Pellegrino, Antonio Musella, Raffaella Ferrè, Antonio Di Costanzo, Alessandra Del Prete, Marcello Ravveduto, Antonio Menna, Francesco Prisco, Lilly Viccaro Theo, Arianna Ziccardi, Giancarlo Palombi e Amalia De Simone.

Le adesioni sono aperte attraverso l'evento pubblicato su Facebook: "Manifesto Napoli".  

Agenda


News